Blog Agora
San Marino mail, “il ponte” che avvicina i consumer privati esteri
Adriano Moraglio

Se funzionano le vendite all’estero di aziende come Giordano vini, Fratelli Carli, Kiko, o di siti e-commerce come Tannico, Xtrawine o Wineowine ciò è anche dovuto al lavoro di San Marino mail, la società milanese (a dispetto del nome) che si è specializzata in infrastrutture informatiche e operative che garantiscono alle imprese italiane le consegne B2C oltreconfine, direttamente ai clienti privati, grazie a un affinato sistema di controlli sulle spedizioni, dalla partenza all’arrivo. Comprendendo in questi servizi anche la scelta dei distributori locali più efficaci nei vari Paesi fino alla gestione di pratiche amministrativo-burocratiche legate alla vendita all’estero (ad esempio, l’etichettatura o il pagamento delle accise). La gestione delle accise, per esempio, previste per particolari prodotti, viene assicurata dall’azienda in modo autonomo, assolvendo tutti gli obblighi previsti dalle normative dei Paesi coinvolti anche nel caso di destinatari privati.

San Marino mail svolge queste attività per conto del suo cliente che vende all’estero liberandolo pertanto da queste mansioni. Circa il 95% del fatturato B2C dell’azienda milanese deriva da servizi su consegne di colli provenienti da imprese italiane o siti web a clientela privata estera. Un’attività che riguarda tutta l’Europa occidentale, specialmente Francia, Germania, Spagna, Portogallo, ma che – nelle intenzioni dei vertici dell’azienda milanese (uffici in via Farini 81 a Milano) – potrebbe trovare presto sbocchi anche verso Paesi dell’Est europeo. Un’altra quota di fatturato riguarda spedizioni di clienti esteri, come Vente-privée, che vendono online a destinatari italiani.

facebook_1497597425404

facebook_1497597470411

img_3157

San Marino mail opera da 13 anni e sta cavalcando il trend favorevole allo sviluppo dell’e-commerce, “che cresce del 18-20% l’anno”, sottolinea Giovanni Papagno, presidente e fondatore di San Marino mail (nella foto)

sdr

insieme con Barbara Bersani, direttore vendite, e Silvia Flaugnatti, direttore operativo. L’azienda ha chiuso il 2016 con un fatturato di 8 milioni, con una crescita che da dieci anni a questa parte, anno su anno, si è attestata intorno al 10 per cento. Vi lavorano attualmente 17 persone. La società porta il nome “San Marino” perché ha cominciato la sua attività – come ricorda il presidente – nella Repubblica di San Marino con il compito di gestire la posta dei sanmarinesi oltre il proprio Stato. Dopo alcuni anni la società ha abbandonato questo servizio postale e nel 2007 è nata San Marino mail Italia, con sede a Milano. Ricordi pionieristici, per Giovanni Papagno: “Avevamo messo il nostro primo ufficio in una stanza del mio appartamento a Milano”. Nel capoluogo lombardo

img_3157

la società ha mantenuto il riferimento “San Marino” per “brandizzarsi” con un nome universalmente noto. Una volta in Italia, ha operato nel settore della vendita commerciale per corrispondenza ma nel giro di alcuni anni ha scelto la strada del sostegno all’e-commerce estero delle aziende italiane.

img_3066

img_3074

“Siamo un’azienda tutta votata allo sviluppo – rileva Papagno –: produciamo ricchezza e la reinvestiamo tutta in infrastrutture informatiche costruite da noi per le necessità nostre e dei nostri clienti. Inoltre siamo anche un’impresa ‘leggera’, che, cioè, non possiede asset, come ad esempio i mezzi per le consegne. Per questo ci affidiamo ai distributori locali selezionati e affidabili”.

“Il nostro valore aggiunto – sottolinea Barbara Bersani (nella foto)–

sdr

è nella gestione del cosiddetto ‘ultimo miglio’: in funzione del bisogno del cliente, della categoria merceologica e del mercato di destinazione, siamo in grado di selezionare e scegliere il distributore locale più adatto, esperto degli usi e delle normative vigenti di una certa nazione, con l’obiettivo di ottimizzare le consegne, di ottenere un deciso calo dei resi e di avere un conseguente ritorno economico per i clienti”.

“Inoltre – aggiunge Silvia Flaugnatti (nella foto) –

img_3257

agendo proattivamente nella risoluzione di qualsiasi criticità di consegna (indirizzo errato, destinatario assente eccetera) il nostro customer service si attiva per mettere in atto le azioni correttive ed incrementare il tasso di consegne andate a buon fine. Per la gestione delle spedizioni, il tracking dei colli e l’elaborazione remota dei codici a barre di tutti i distributori utilizzati, San Marino Mail ha sviluppato un sistema informatico unico, a completa disposizione dei propri clienti, che consente di organizzare, gestire e controllare la distribuzione della merce durante tutte le fasi di servizio”.
Il servizio di “reverse logistic” per tutti i Paesi serviti completa l’offerta di San Marino Mail che pone grande attenzione anche al processo di gestione del reso post vendita. Qui di seguito il sito internet di San Marino mail.

 

HOME

16 GIUGNO 2017 | 16:41
Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni