Blog Agora
Mille orsi prigionieri e torturati nelle “fattorie della bile” in Vietnam torneranno liberi
Guido Minciotti

Un regalo tanto atteso quanto inaspettato per la riserva vietnamita di Animals Asia, che compie dieci anni in questi giorni. L’agenzia governativa Vietnam Administration of Forestry e Animals Asia Foudation hanno siglato ieri un accordo per salvare dalle “fattorie della bile” i circa mille orsi che ancora vi sono rinchiusi in tutto il paese. Nonostante il commercio di bile sia illegale nel paese dal 1992, spesso gli orsi della luna e del sole, i più utilizzati, vengono catturati da cuccioli e mai rilasciati. La bile viene estratta con tecniche invasive e dolorose che generano gravi infezioni. Questa pratica è ancora largamente diffusa in Asia perchè la bile è utilizzata nella medicina tradizionale in svariate applicazioni, nonostante siano disponibili numerose alternative erboristiche e sintetiche altrettanto efficaci e a basso costo. In alcuni casi gli orsi sopravvivono detenuti in gabbie minuscole fino a 30 anni. Gli esemplari allevati sono denutriti e disidratati, così producono più bile, e soffrono di molteplici patologie, tra le quali tumori maligni che li condurranno lentamente alla morte. Aaf stima che in Cina siano circa 10-12mila gli animali adibiti a questo scopo. L’associazione, che opera inoltre per fermare il commercio di cani e gatti a uso alimentare nell’area, ha già salvato circa cinquecento orsi, ospitati in cinque diversi rifugi tra Cina e Vietnam. Per saperne di più cliccare qui. (nelle foto Kham/Reuters sopra e Roberto Schmidt/Afp, sotto, il rifugio di Aaf nel Tam Dao National Park, a nord di Hanoi. Qui subito sotto, il momento dell’accordo tra Aaf e l’agenzia governativa per le foreste)

orsi_bile_accordo

afp_qq6sh

afp_qq6t4

 

20 LUGLIO 2017 | 07:02
Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni