Notizie
Dolomiti: bellezza ultraterrena. L’elogio del New York Times alle montagne patrimonio Unesco
di Redazione Viaggi 24
Img Description

«But though road signs are posted in two or three languages, the otherworldly beauty of the Dolomites needs no translation» ovvero per la bellezza ultraterrena delle Dolomiti non servono traduttori. Visto che non siamo mai abbastanza consapevoli dei nostri tesori, la stampa estera corre ai ripari, ricordandoci la bellezza e la ricchezza di paesagggi alpini. Questa volta è il New York Times che dedica un ampio articolo della serie di reportage di viaggio “36 Hours” (36 ore) alle Dolomiti che fanno parte dei Patrimoni naturali dell'umanità Unesco dal 2009.

Secondo il quotidiano americano, le Dolomiti sono “una delle più belle zone per avventure nella natura, sci, escursionismo, bici, arrampicata e molto altro”. Nell'articolo si parla della cucina con le sue radici austriache, ovvero “speck, sauerkraut, knödel e strudel”, del lago di Braies e le Tre Cime di Lavaredo, delle esperienze da non perdere, come un volo biposto in parapendio in Val Gardena, e dei musei da visitare: l’MMM Corones (2275 m) il museo della montagna di Reinhold Messner, firmato Zaha Hadid a Plan de Corones e il “Bunker Museum”, un bunker risalente alla guerra fredda situato a ridosso della strada statale tra San Candido e Dobbiaco.

In questo viaggio a tappe di 36 ore, con partenza il venerdì alle 15 fino alle 13 di domenica, proposto dalla giornalista Ingrid K. Williams, ci sono naturalmente molte soste mangerecce di vario livello: si va dal pranzo al St Hubertus di Norbert Niederkofler, tre stelle Michelin, all’assaggio di vini con pane e formaggio all’Abbazia di Novacella.

Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni