Business
In Europa gli altri Paesi ci surclassano per copertura banda ultra larga
Alessandro Longo
Img Description

In Europa gli altri Paesi ci surclassano per copertura banda ultra larga, ma l'Italia è in ritardo anche quanto a velocità massime disponibili. In Europa dell'Est, Nord Europa, Stati Uniti e Asia Pacifico si stanno diffondendo connessioni a 1-2 Gigabit al secondo nelle case (da noi sono tagli da grande azienda). Il record è negli Stati Uniti: 10 Gigabit al secondo nelle case di Minneapolis (Minnesota), da dicembre 2014.

Il confronto con l'Europa è interessante perché mostra profili molto articolati. Sì, è vero, siamo in ritardo sulla copertura banda ultra larga (30 per cento delle unità immobiliari, a dicembre 2014 sia rispetto alla media europea (65 per cento) sia rispetto a economie comparabili (Francia, Germania, Regno Unito e persino Spagna, che ha una delle migliori copertura fibra ottica nelle case in Europa).

«Il peccato originale italiano è l'assenza di una rete via cavo (solo la Grecia ha la stessa situazione), per via di lontane scelte politiche che hanno favorito Rai e Mediaset», ha detto Franco Bassanini, presidente di Cassa depositi e prestiti e di Metroweb, in un recente convegno romano (Telco per l'Italia). Com'è noto, le reti via cavo coassiale, nate per la tivù, si sono dimostrati migliori del rame classico (doppino) nel trasportare il segnale e quindi l'informazione digitale. Verizon Media offre 150 Megabit su cavo, nel Regno Unito.

In Francia e Germania le offerte fibra ottica nelle case arrivano a 500 e 200 Megabit rispettivamente. In Spagna la velocità comune è 100 Megabit, ma a Gurb (Catalogna) viene offerto 1 Gigabit. Questa velocità è presente anche in molti Paesi dell'Est Europa, in Svezia, Norvegia. Ricordiamo che l'Italia si ferma a 100 Megabit, per altro con due possibilità: o sulla vecchia rete Fastweb o su fibra ottica fino agli armadi (dove però la velocità reale media è di 75 Megabit circa, secondo uno studio del Politecnico di Milano su rete Fastweb).

Negli Stati Uniti, la rete fibra più diffusa è di Verizon (a 1 Gigabit agli utenti residenziali), ma il quadro è ora molto variegato. Da una parte spinge Google, con connessioni Gigabit prima a Kansas City e poi a Austic e Provo. Dall'altra c'è un pugno di provider locali e- uno dei fenomeni più interessanti dell'ultimo anno- c'è una crescente spinta delle municipalità a fare reti Gigabit nelle case. Sono circa 40 le comunità a dare queste velocità, con un impegno pubblico, e altre 200 circa stanno lavorando in questa direzione. A Chattanooga (Tennesee) è un'iniziativa dell'operatore elettronico locale, che ha costruito la rete in fibra prima per esigenze di distribuzione elettrica. Comcast sarà il primo a offrire 1 Gigabit su cavo coassiale, nel corso del 2015.

In Asia Pacifico il Gigabit è presente ormai da anni e in certi casi è persino già vittima di una guerra dei prezzi tra operatori che coprono la stessa zona. Caso esemplare è Singapore, dove si arriva a meno di 40 dollari per 1 Gigabit. Velocità fino a 2 Gigabit si trovano in Giappone e Corea del Sud.

Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni