Europa
Audi e-tron, con il suv elettrico si paga anche il pedaggio
di Giulia Paganoni
Img Description

Pagamento dei pedaggi integrato. È la nuova frontiera di Audi che secondo i rumors verrà introdotta con e-tron, il primo suv a trazione completamente elettrica che andremo a scoprire alla prima mondiale lunedì 17 settembre a San Francisco.

Servizio pedaggio Audi e-tron
L'integrazione di più servizi permette di avere per il clienti un valore aggiunto senza dover stressarsi e perdere tempo nel gestirli. Il dialogo tra veicolo e infrastruttura è reso possibile dalla tecnologia Itm (modulo pedaggio integrato) sviluppata da Gentex Corporation e disponibile (al momento) solo per il pagamento dei pedaggi nel Nordamerica ma che non è detto che non arrivi anche in Europa, soprattutto dopo le ultime attività di europeizzazione del Telepass, ora utilizzabile in Italia, Francia, Spagna e Portogallo.
Il funzionamento prevede l'impiego di un transponder alloggiato nello specchietto e la gestione avverrà attraverso il modulo Mmi del veicolo.

Come sarà e-Tron
Audi sta per entrare nel mercato dei suv 100% elettrici con e-tron e andrà a insidiare Mercedes Eqc e Jaguar I-Pace. I primi esemplari hanno già lasciato la linea produttiva dello stabilimento di Bruxelles.
Audi e-tron sarà alimentata da un gruppo propulsore composto da due motori elettrici che utilizza una batteria agli ioni di litio da 95 kWh in grado di sfruttare una ricarica rapida da 150 kW, 30 kW più veloce rispetto al sistema Supercharger di Tesla tanto da riuscire a ricaricare l'auto in soli 30 minuti.

In condizioni di guida normali, la potenza combinata dei due motori dell'auto è di 350 cavalli. Audi ha, poi, in precedenza rivelato dettagli sul sistema di frenata rigenerativa della e-tron che può recuperare fino al 30% della disponibilità della vettura. L'auto frena utilizzando un sistema elettroidraulico per risposte più veloci, grazie alla pressione aggiuntiva di un pistone idraulico.

In precedenza Audi aveva anche mostrato le prime immagini degli interni della e-tron tra cui le telecamere inserite nei retrovisori anteriori che di fatto li rendono i primi specchietti “virtuali” al mondo.

Questa nuova tecnologia sarà una delle numerose dotazioni offerte in opzione. Sostituiscono gli specchietti retrovisori di tipo più tradizionale rispetto ai quali proiettano delle immagini digitali sugli schermi che sono previsti all'interno dell'auto. Oltre a contribuire a ridurre di molto a resistenza aerodinamica della vettura che nel caso della nuova Audi e-tron è quantificata in un coefficiente di appena 0,28.
Maggiori dettagli verranno diffusi al momento della presentazione.

Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni