Italia
Menù gourmand ad alta quota
di Lucilla Incorvati
Img Description

in estate le terrazze di rifugi in pietra e legno oppure i prati intorno alla malghe si raggiungono spesso dopo un lungo percorso a piedi. Ma sempre più spesso anche grazie agli impianti di risalita anche i più pigri possono immergersi in panorami meravigliosi.

E proprio in questi luoghi, alcuni rimasti come 50 anni fa, altri trasformati in ristoranti gourmant, sempre più spesso si vivono esperienze di gusto in alta quota. Che sia il piatto della tradizione, semplice ma autentico, oppure quello che coniuga la ricerca della materia prima con l’inventiva dello chef sulle Alpi dalla Val D’Aosta al Veneto passando per Piemonte e Lombardia gli indirizzi sono tanti.

Ricordarli tutti è impossibile così come i tanti e diversi piatti regionali. Che dire per esempio delle varietà di polenta che si gustano in Valtellina, delle fondute profumate della Val D’Aosta oppure delle carni preparate allo Chalet Etoile del Plan Maison a Cervinia o ancora sulla terrazza degli antichi rascard Walser de l’HotelleriedeMascognaz a Champoluc.

Non sono da trascurare alcune località degli Appennini (da quello reggiano a quello abruzzese , fino al Pollino e all’Aspromonte) dove spesso l’esperienza di gusto si fa in un presidio Slow food a tutela di produzioni casearie di montagna, ma anche di pascoli e malghe.

Certamente, però, tra il Trentino e l’Alto Adige il binomio gusto-montagna raggiunge il suo apice. Ai margini delle cime dolomitiche chi ama ricercatezza nel cibo, vedute spettacolari e dehor al sole non ha che l’imbarazzo delle scelta. In Trentino si è colti spesso da questo stupore, soprattutto se si arriva in qualcuno dei rifugi-belvedere dominati dalle vette più spettacolari.

Ce ne sono quasi 150, disseminati un po’ ovunque lungo i principali gruppi montuosi: dal Cevedale alla Marmolada, dall’Adamello al Catinaccio, dal Lagorai fino al Brenta. Ma anche nelle belle Val di Rabbi e di Pejo. Il panorama è incantevole anche dal terrazzo del rifugio lago Malghette a Campiglio. Passando poi in Alto Adige la proposta culinaria può sorprendere al Rifugio Comici di Selva di ValGardena. Già famoso per essere costruito davanti a quella meraviglia che è il Sassolungo da tempo propone menù a base di pesce.

Non si possono non mangiare nella stessa vallata i kaiserschmanner che arrivano sulla terrazza del Daniel e poco più in là nella Baita Sofie gli amanti del buon bere possono scegliere tra oltre 200 etichette. Nella vicina Alta Badia da anni c’è “In vetta con gusto” manifestazione che presenta una serie di iniziative che uniscono la natura incontaminata e le tradizioni locali ai piaceri della tavola. Il 23 di agosto si può partecipare a uno show-cooking all’aperto con vista a 360° sulle Dolomiti a Piz La Ila sulla terrazza del famoso Club Moritzino.

Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni