Parlamento
Ecco chi sono i parlamentari di lungo corso: in testa Casini con 35 anni e Bossi con 27
di Nicoletta Cottone
Img Description

Sono i veterani del Parlamento, quelli che siedono ininterrottamente sugli scranni di palazzo Madama e Montecitorio. Sono 14 i parlamentari in testa alla classifica elaborata dal Sole24ore.com. Quelli che hanno registrato record assoluti di presenze. Sono un gruppo di parlamentari di lungo corso, che non sempre hanno fatto della politica la loro attività principale, ma sono stati sempre confermati dai partiti di cui sono esponenti. Una sola presenza in aula, per esempio, per il senatore Paolo Romani di Forza Italia, imprenditore. Perchè mentre gruppi politici pongono limiti ai mandati parlamentari, la Costituzione non ne pone. E così nel corso degli anni molti parlamentari sono stati riproposti senza limiti. Politici di professione, insomma, ma non sempre, visto che spesso non brillano per presenze.

Quattordici onorevoli in campo da oltre venti anni
Sono in quattordici, quattro deputati e dieci senatori nel palazzi del potere da oltre venti anni. Dieci uomini e due donne, la deputata Stefania Prestigiacomo di Forza Italia e la senatrice Emma Bonino, eletta nelle file di +Europa e ora iscritta al gruppo Misto. Al Senato guida la classifica Pier Ferdinando Casini con 36 anni e 26 giorni, mentre alla Camera è in testa Elio Vito con26 anni e 105 giorni di militanza in Parlamento. Ecco la top ten dei record elaborata dal Sole24ore.com intrecciando i dati di OpenParlamento con quelli di Camera e Senato.

Pier Ferdinando Casini da 35 anni e 26 giorni
In testa c’è Pier Ferdinando Casini, classe 1955, nato a Bologna ma residente a Roma, alla sua decima legislatura: otto legislature come deputato e due come senatore. È stato anche presidente della Camera. Siede in Parlamento da 35 anni e 26 giorni. Proclamato per la prima volta nel 1983, nella IX legislatura come deputato esponente della Democrazia cristiana, è attualmente senatore nelle file del Gruppo per le autonomie di palazzo Madama. È stato confermato dalla Dc nella X e nell’XI legislatura, passando poi nel 1994 nelle file del Centro cristiano democratico. Nel 1996 è stato eletto nel collegio di Maglie nelle liste collegate Ccd-Cdu. Ha fatto parte nella XIV legislatura del gruppo Misto e dell’Udc (Ccd-Cdu). Lista d’elezione Unione di centro nella XV e nella XVI legislatura. Nella XVII in Scelta civica e in Area popolare (Ncd-Udc) . Nella attuale XVIII legislatura è stato presente al 73,26% delle votazioni elettroniche (274 su 374 votazioni elettroniche). In questa legislatura ha proposto come primo firmatario un solo disegno di legge con misure per la prevenzione della radicalizzazione e dell'estremismo violento di matrice jihadista.

Il Senatur in Parlamento da 27 anni e 118 giorni
Medaglia d’argento per il Senatur Umberto Bossi, fondatore della Lega Nord, in Parlamento ininterrottamente dalla X legislatura, quell’anno come unico membro della Lega lombarda, iscritto nelle file del gruppo Misto (professione editore si legge nella scheda parlamentare dell’epoca). Ha subito parlato alla pancia del Paese fondando la Lega Nord, partito del quale è stato segretario fino al 2012, quando scoppiò lo scandalo della distrazione di fondi del partito in favore di familiari. Siede in Parlamento da 27 anni e 118 giorni. Sei volte deputato, due senatore, è stato anche per 4 volte parlamentare europeo. Attualmente, nella XVIII legislatura, è membro del gruppo Lega Salvini premier. Classe 1942, nato a Cassano Magnago (Varese). Solo nella XIV legislatura cessò dal mandato parlamentare per incompatibilità il 19 luglio 2004, sostituito dal deputato Roberto Zaccaria. Nella XVIII legilatura su 374 votazioni elettroniche è stato presente nel 54.28% dei casi (203 votazioni), assente in 22 (5.88%) e in missione nel 39,84% delle votazioni (149). In questa legislatura non ha presentati disegni di legge come primo firmatario, ma ne ha cofirmati 48.

Calderoli, Gasparri, La Russa e Vito in Parlamento da 26 anni e 105 giorni
Terzi parimerito con 26 anni e 105 giorni sugli scranni Roberto Calderoli, Maurizio Gasparri, Ignazio La Russa ed Elio Vito. Sempre presente in aula (ha partecipato al 100% delle votazioni elettroniche) oltre che terzi sul podio dei veterani del Parlamento il leghista Roberto Calderoli, in Parlamento da 26 anni e 105 giorni. Tre volte deputato e cinque senatore, siede in Parlamento dal 1992 dalla XI legislatura, eletto nelle file della Lega Nord. Classe 1956, medico nato a Bergamo, è attualmente vicepresidente del Senato. Cinque volte deputato e tre senatore, Ha presentato tre ddl come primo firmatario (sulla composizione di Camera e Senato, sulla modifica all’articolo 75 della Costituzione e sull’attribuzione alla regione Veneto di forme e condizioni particolari di autonomia) e 48 come cofirmatario. Medaglia di bronzo anche per Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia, in Parlamento da 26 anni e 105 giorni, tre legislatuse senatore, cinque deputato. Presente nel 52.41% delle votazioni elettroniche (196 presenze su 374 votazioni). È primo firmatario di 15 ddl ( fra cui diritto alla difesa, lavori utili, tutela delle Forze dell’ordine, imprese balneari, reato di surrogazione di maternità all’estero, Fondo solidarietà vitime del terrorismo) e cofirmatario di 21. Stessa medaglia anche per Ignazio la Russa di Fratelli d’Italia, vicepresidente del Senato, sette volte deputato e una senatore. In aula è stato presente al 14.97% delle votazioni elettroniche (56 su 374) , assente a 220 votazioni (58.82%) e in missione in 98 votazioni (26.20%). Nella sua prima legislatura, l’XI. venne eletto nelle file del Msi. La legilsatura successiva in Alleanza nazionale, dalla XVI nelle file del Popolo della libertà, dalla XVII in Fratelli d’Italia. È primo firmatario di tre ddl (legittima difesa, istituzione commissione inchiesta sulle violenze politiche tra il 1970 e il 1989 e sull’istituzione della festa nazionale del 17 marzo per la celebrazione della proclamazione dell'unità d'Italia) e cofirmatario di 44.

Elio Vito è il veterano dei deputati, con 26 anni e 105 giorni sugli scranni del Parlamento. Deputato all'ottava legislatura, classe 1960, napoletano. Non ha presentato ddl come primo firmatario, ma è cofirmatario di tre. In aula alla Camera è stato presente a 241 votazioni su 478 in aula alla Camera (il 50.42%).

Stefania Prestigiacomo e Paolo Romani in Parlamento da 24 anni e 114 giorni
La prima donna veterana del Parlamento è Stefania Prestigiacomo di Forza Italia, classe 1966, originaria di Siracusa, imprenditrice , laurea in scienze della pubblica amministrazione. Deputata in sette legislature, è stata eletta per la prima volta nel 1994 nelle file di Forza Italia. È in Parlamento da 24 anni e 114 giorni. È stata presente al 36.61% delle votazioni elettroniche (175 su 478 ) e assente in 303 votazioni. Anche Paolo Romani, senatore di Forza Italia, è in Parlamento da 24 anni e 114 giorni. In testa alla classifica degli assenteisti, è stato in aula solo una volta per il voto elettronico sul decreto Alitalia (assente 373 su 374 votazioni elettroniche. Classe 1947, nato a Milano ma residente a Cusano Milanino (Milano), è un imprenditore. Cinque volte deputato e due senatore. Non ha presentato nessun ddl come primo firmatario, ma è coformatario del ddl Bernini sul lavoro accessorio.

Emma Bonino in Parlamento da 22 anni e 93 giorni
Nella classifica dei veterani la seconda e ultima donna presente è Emma Bonino, eletta nelle liste di +Europa e ora nel gruppo misto. Per 22 anni e 93 giorni sugli scranni parlamentari, è stata eletta per la prima volta nel 1976 nelle liste del Partito radicale. Su 374 votazioni elettroniche è stata presente a 331 (88.50% ) e assente a 43. Non ha presentato ddl come prima firmataria, ma è cofirmataria del ddl della senatrice a vita Liliana Segre sull’istituzione di una Commissione parlamentare di indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo e istigazione all'odio e alla violenza. Otto volte deputata e due senatrice, si è dimessa più volte dall’incarico per ricoprirne altri. Eurodeputata in 4 legislature, è stata commissaria europea.

Giorgetti, Russo , Schifani e Bressa in Parlamento da 22 anni e 90 giorni
Tris di parlamentari sugli scranni da 22 anni e 90 giorni. Apre il tris Giancarlo Giorgetti, classe 1966, leghista, cinque volte deputato, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, presente solo a 3 votazioni elettroniche su 478. In 470 in missione (98.33%). Assente in 5 votazioni. Non ha presentato ddl come primo firmatario ma è cofirmatario di 26 ddl. Veterano esattamente come Paolo Russo, deputato di Forza Italia. Presente in aula all’85.15% delle votazioni elettroniche (407 su 478), è stato 5 volte deputato e due volte senatore. la prima volta nella XII legislatura è stato eletto deputato nelle file di Forza Italia. È sempre rimasto fedele al Cavaliere. In parlamento dagli stessi anni e giorni di Renato Schifani, classe 1950, avvocato, senatore di Forza Italia, presente in aula al 56.42% delle votazioni elettroniche (211 su 374). Per sei volte senatore, è stato presidente del Senato nella XVI legislatura. Dal 2016 è tornato in Forza Italia. Nella sua carriera è stato nella Dc, in Forza Italia, nel Pdl e in Ncd. Stessa permanenza in Parlamento (22 anni e 90 giorni) per Gianclaudio Bressa, senatore del Gruppo per le autonomia, Cinque volte deputato e una senatore, classe 1956, nato a Belluno ma residnete in provincia di Bolzano, a Nova Levante, è stato presente al 33.96% delle votazioni elettroniche (127 su 374 ), assente a 63 votazioni e in missione nel 49.20% delle votazioni (184 su 374). Ora nel gruppo per le autonomie, Bressa è stato nel Pd, nel Ppi e nella Margherita.

Luigi Cesaro in Parlamento da 21 anni e 92 giorni
Chiude la classificas dei parlamentari da oltre 20 anni in Parlamento Luigi Cesaro, senatore di Forza Italia. Cinque volte deputato e due senatore, eletto per la prima volta nel 1996 nelel file di Forza Italia. Ha il 77,81% delle presenze (291 presenze su 374 votazioni elettroniche).


Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni