Italia
Numeri visibili a tutti, così Facebook è l'elenco telefonico più grande al mondo
di Biagio Simonetta
Img Description

Lo scandalo Cambridge Analytica ha acceso i riflettori su Facebook, mettendo a nudo quello che succede dietro le quinte del social network di Mark Zuckerberg. Un momento che, probabilmente, prima o poi doveva arrivare.

E che, nonostante le ripercussioni in Borsa (col titolo che continua a crollare), difficilmente avrà effetti nell’immediato sul numero di iscritti alla piattaforma, che ad oggi si attesa sui 2,2 miliardi in tutto il mondo.

Cancellarsi da Facebook rimane una decisione abbastanza remota, e quando succede – come abbiamo visto qui sul Sole 24 Ore - ci ritroviamo in mano la possibilità di scaricare tutta la nostra vita digitale raccolta nel periodo di utilizzo, con sorprese e informazioni che avevamo rimosso.

Negli ultimi giorni, poi, era emersa la faccenda relativa al tracciamento di chiamate ed sms, che Facebook riesce ad attuare grazie all'applicazione Messenger installata su device Android.

Ma non è finita qui. Perché oggi, con ragionevole certezza, possiamo dire che Facebook è anche l'elenco telefonico più grande al mondo. E lo è, spesso, all'insaputa degli utenti. Ma vediamo il perché.

La richiesta del numero
Negli ultimi tre anni Facebook ha spinto molto affinché ogni utente abbinasse il suo numero di telefono al proprio account. Un modo, si è sempre detto, per verificare lo stesso account, cioè per stabilire che dietro ci sia una persona reale. Una strada per contrastare il proliferare di profili falsi, artefici spesso di fake news. Tutto normale, se non fosse che quel numero di telefono che gli utenti danno a Facebook è visibile un po' a tutti. Nonostante l'utente abbia deciso di spuntare la voce “solo io” nella scelta della privacy dell'area “informazioni di contatto”.

Ecco cosa succede, infatti, cercando nella stringa ricerche di Facebook un numero di telefono da un profilo in nessun modo collegato all'utente proprietario del numero (quindi fra due profili non amici). A ricerca completata, il risultato è il profilo dell'utente proprietario del numero telefonico cercato. Un “trucchetto” molto utilizzato da chi è solito acquistare merci da privati su portali online. Cercando il numero dell'inserzionista, nove volte su dieci spunta fuori il suo profilo Facebook, quindi la sua identità e spesso molto altro.

Ma c'è un modo per impedire tutto questo? La risposta è sì, anche se parzialmente. Nelle impostazioni, sotto la voce Privacy, c'è un'area dedicata, con scritto “Chi può cercarti usando il numero di telefono che hai fornito?”. Di default la scelta è impostata su “Tutti” (ed è qui che Facebook lascia molte perplessità sul trattamento dei dati), con possibilità di scegliere “Amici di amici” o “Amici”. Quindi non è possibile vietare del tutto questo strumento.

Questa storia dimostra, ancora una volta, che le lacune di Facebook in ambito di trattamento dei dati personali sono evidenti. E le ragioni sono chiare: nel momento in cui l'utente fornisce il suo numero di telefono al social network e spunta l'opzione di privacy “solo io” nella visibilità dello stesso, non può immaginare che invece il numero sia visibile a chiunque lo cerchi nella stringa di ricerca. Piccoli particolari, certo. Ma siamo coscienti che avendo dato il nostro numero a Facebook lo abbiamo iscritto nell'elenco telefonico più diffuso al mondo?

Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni