Attualita
Carceri sovraffollate e maltrattamenti delle forze dell’ordine, le accuse del Consiglio d’Europa all’Italia
di Andrea Gagliardi
Img Description

Il problema «del sovraffollamento delle carceri italiane non è stato risolto
perché molti istituti di pena operano ancora al di sopra della loro capacità». Lo dichiara il Cpt, comitato per la prevenzione della tortura del Consiglio d'Europa che, in un rapporto sull’Italia redatto in base alla missione condotta nell'aprile del 2016, denuncia anche numerosi casi di maltrattamenti delle forze dell’ordine.

Strasburgo: carceri in Italia ancora sovraffollate
Nel documento il Cpt ribadisce anche che l'Italia deve rispettare gli standard che il comitato ha fissato per lo spazio che ogni detenuto deve avere a sua disposizione in cella: 6 metri quadrati di spazio vitale (esclusi i sanitari), in cella singola, e 4 metri quadrati in una cella che occupa con altri. Il Cpt, che prende nota degli sforzi fatti dall’Italia per risolvere la questione del sovraffollamento dopo la condanna della Corte di Strasburgo (Torreggiani), osserva tuttavia che
nel primi 6 mesi del 2016 la popolazione carceraria è aumentata da 52.164 a 54.072 detenuti, e che questo aumento non si è arrestato. Le preoccupazioni del Cpt sembrano essere confermate dallo stesso governo italiano, che nella sua risposta al rapporto del comitato, afferma che il 26 marzo 2017 erano detenute 56.181 persone. Le autorità italiane tuttavia sottolineano che stanno prendendo misure al riguardo. Una è quella di permettere ai detenuti stranieri di scontare la pena nei loro paesi, l’altra è di ricorrere con maggiore frequenza alle misure alternative alla detenzione.

Gli ultimi dati del Dap
In base agli ultimi dati pubblicati sul sito del Dipartimento per l’amministrazione penitenziaria aggiornati al 30 giugno 2017, nelle carceri italiane erano presenti 56.919 detenuti (di cui 19.432 stranieri), a fronte di una capienza regolamentare di 50.241 posti disponibili. Tra gli istituti penitenziari quelli dove si registrano i casi più evidenti di sovraffollamento vanno segnalati Poggioreale a Napoli (2.169 detenuti e capienza di 1.624), la nuova casa circondariale di Rebibbia (1.424 detenuti e capienza di 1.172), Le Vallette a Torino ( 1.308 e 1.132), Palermo (1.362 e 1.170), Lecce (958 e 616).

Stop maltrattamenti forze ordine italiane
Il Cpt nel suo rapporto sull’Italia denuncia anche vari casi di maltrattamenti inflitti ad arrestati e fermati in particolare da carabinieri e polizia. Il Cpt, che denuncia anche il mancato rispetto della legge italiana per quanto riguarda l'immediato accesso di arrestati e fermati ad un avvocato, chiede alle autorità italiane, al più alto livello politico, di fare una dichiarazione ufficiale a tutte le forze dell'ordine per ricordargli che devono rispettare tutti i diritti delle persone in loro custodia e che ogni maltrattamento sarà giudicato e punito adeguatamente.

Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni