Attualita
Alitalia, al via tavoli tecnici: sciopero 5 aprile confermato. Delrio: servono approfondimenti
Img Description

«Si sta fissando un calendario di riunioni tecniche tra governo, sindacati e azienda che inizieranno già domani mattina. Il Governo ha dimostrato grande disponibilità ma hanno anche detto che non ci metteranno un euro perché Alitalia è una società privata e si tratta di trovare un accordo tra noi e l’azienda». Lo ha detto il segretario generale della Fit Cisl, Antonio Piras, illustrando l’esito dell’incontro che si è svolto oggi al Ministero dello Sviluppo Economico. Per i sindacati lo sciopero del 5 aprile rimane confermato, ha detto Piras.

Lo sciopero è stato proclamato dopo che Alitalia il 17 marzo ha confermato il piano industriale con circa 2.037 esuberi solo per quanto riguarda il personale di terra (a tempo determinato e non). In cantiere anche l’esubero di 400 naviganti per i quali i contratti di solidarietà scade a dicembre. Intanto oggi» Alitalia ha dovuto cancellare il 40% dei voli programmati sia nazionali sia internazionali (per un totale di 220 ) a causa di una doppia agitazione dei controllori di volo e del comparto aereo, aeroportuale e indotto degli aeroporti.

Delrio: abbiamo iniziato a lavorare, servono approfondimenti
«Abbiamo iniziato a lavorare e continueremo a lavorare, dobbiamo fare approfondimenti» ha detto il ministro dei Trasporti Graziano Delrio al termine dell’incontro sul piano di Alitalia aggiungendo: «Che la situazione fosse critica non l’abbiamo scoperto oggi». A chi gli chiedeva di un intervento pubblico si è limitato a rispondere confermando: «L’abbiamo già detto che non ci sarà».

Filt Cgil: da Governo energico richiamo contro azioni unilaterali
«Il Governo ha fatto un richiamo in modo energico all'azienda sottolineando che mentre si tratta ai tavoli non sono ammesse azioni unilaterali e l’azienda sembra aver capito» ha commentato Nino Cortorillo, segretario Filt Cgil, lasciando l'incontro al ministero dello Sviluppo economico su Alitalia riferendosi al ventilato avvio di procedure di mobilità.

Uiltrasporti: interventi dello Stato non ci saranno
Interventi dello Stato in Alitalia «non ci saranno, non intendono entrare in una trattativa privata. Il Governo dà una mano sul merito pur considerando l’azienda strategica» ha ribadito Claudio Tarlazzi, segretario generale Uiltrasporti al termine dell’incontro al ministero dello Sviluppo economico su Alitalia precisando il calendario messo a punto: «Già per mercoledì e giovedì di questa settimana sono fissati due incontri e poi ce ne saranno tre la prossima settimana per cominciare a lavorare su numeri, solidità piano e gestione dei costi. Giovedì prossimo ci dovrebbe essere un nuovo incontro con i ministri».

Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni