Attualita
Sicurezza: reati giù del 7%, in calo omicidi e rapine
Img Description

Reati in calo. In particolare diminuiscono scendono omicidi, rapine e furti. È quanto emerge dai dati del Viminale diffusi in occasione della tradizionale conferenza stampa di Ferragosto del ministro dell'Interno Angelino Alfano. I numeri rivelano anche che nell'ultimo anno sono stati arrestati 1.654 mafiosi, 85 estremisti legati al terrorismo internazionale e 793 scafisti. Ma guardiamo alle cifre più nel dettaglio.

Reati comuni
Nell’ultimo anno (il riferimento è al periodo compreso tra agosto 2015 e luglio 2016) i reati commessi sono stati 2.416.588, il 7% in meno di quelli compiuti tra agosto 2014 e luglio 2016. Scendono soprattutto gli omicidi (398, di cui 49 attribuibili alla criminalità organizzata), che fanno registrare una diminuzione del 11,3%; e sono in contrazione anche rapine (32.192, cioè -10,6%) e furti (1.346.501, -9,2%).

Femminicidi
In particolare i femminicidi sono stati 138, cioè il 32,91% del totale degli omicidi: la quasi totalità sono stati commessi dal partner (92,59%) o dall'ex (88,23%) o da un altro familiare (51,56%). Mentre le denunce per stalking sfiorano quota 10 mila (9.875).

Terrorismo islamico
Oltre agli 85 arrestati, 109 persone sono state espulse per motivi di sicurezza e 110 i “foreign fighters” monitorati. Sono stati verificati 406.338 contenuti
web e 527 sono stati oscurati dalle forze di polizia. In tutto sono state controllate 164.160 persone e 35.022 veicoli.

Criminalità organizzata
Nel periodo preso in considerazione dal Viminale sono stati catturati 64 latitanti di rilievo, di cui 10 ritenuti di massima pericolosità. Sono stati sequestrati beni per 1.878 milioni di euro, mentre è stato pari a 1.916 milioni il valore di quelli confiscati. In particolare alla mafia sono stati sequestrati 6.865 beni pari a 1.651 milioni di euro.

Migranti
I dati del Viminale danno conto anche delle persone sbarcate: sono state 154.047 nell'ultimo anno e in quello in corso il 90% di loro sono state fotosegnalate. Il 67% degli sbarchi è avvenuto in Sicilia, il 20 in Calabria, il 7 in Puglia, il 5 in Sardegna e solo l'1 per cento in Campania.Sono aumentate le richieste di asilo (passate da 71.539 a 105.867): ne sono state esaminate 94.027, ma due terzi sono state respinte (60.365). Dei migranti, 139.724 sono ospitati in strutture temporanee, centri governativi e Sprar. In tutto gli stranieri con regolare permesso di soggiorno sono oltre 4 milioni (4.004.376) e quasi 700mila (693.236) sono minori.

15 AGOSTO 2016
Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni