Europa
Il Papa a Londra incontra Cameron e paragona le vittime dei preti pedofili ai martiri cristiani
Img Description

Torna la normalità a Londra dopo la conferma di arresto per sei presunti terroristi (di nazionalità algerina), di età compresa tra i 26 e i 50 anni, che secondo Scotland Yard, costituivano una potenziale minaccia per il Papa. Nel terzo giorno della sua visita in Gran Bretagna, il livello di allarme viene classificato basso. Oggi il pontefice nell'affollata messa alla cattedrale di Westminster, è tornato a condannare la pedofilia del clero, definendo le «vittime innocenti di questi inqualificabili crimini come i martiri del passato e le vittime odierne delle persecuzioni per la loro fede».

«Esprimo soprattutto il mio profondo dolore alle vittime innocenti di questi inqualificabili crimini - ha continuato -, insieme con la speranza che il potere della grazia di Cristo, il suo sacrificio di riconciliazione, porterà profonda guarigione e pace alle loro vite». Benedetto XVI ha poi sottolineato anche la vergogna e l'umiliazione che egli ha sofferto con tutti i sacerdoti innocenti per questa vicenda e ha lanciato un appello all«'indispensabile ruolo» dei laici cattolici nel «portare avanti la missione della Chiesa» attraverso «lo sforzo di servire da fermento del Vangelo nella società». Incontro con Cameron e Clegg Benedetto XVI ha trascorso questa mattina circa un'ora con i protagonisti attuali della politica britannica: il primo ministro David Cameron, il vice-primo ministro, Nick Clegg, e l'Acting leader dell'opposizione, la nuova leader dei laburisti Harriet Harman. Li ha ricevuti uno alla volta, fermandosi di più con il premier, nella residenza dell'arcivescovo Vincent Nicholas. Ieri aveva salutato invece i loro predecessori al termine del discorso alla Westminster Hall dove lo avevano applaudito insieme Margaret Thatcher, John Major e Tony Blair.

Il programma della giornata Questo pomeriggio, infine, il Papa visiterà una casa di riposo per anziani e presiederà, alle 19.15 (18.15 ora locale), una veglia di preghiera ad Hyde Park per il cardinale John Henry Newman, che domani beatificherà a Birmingham. Nel pomeriggio, intanto, si svolgerà per le strade di Londra Protest the Pope, un corteo di protesta per la prima visita di stato di un Pontefice nel Regno Unito.

Il portavoce vaticano: «Il Papa è tranquillo,i media sono stati eccessivi» «Non abbiamo mai dato grande importanza a questi arresti». È quanto ha riferito il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, con riferimento all'arresto delle sei persone che avrebbero progettato un attentato alla vita del Papa. Secondo Lombardi, Benedetto XVI è «felice» di come sta andando questo suo viaggio nel Regno Unito e «molto tranquillo». Il portavoce vaticano, che ribadisce la sua fiducia nelle forze di polizia ha definito «eccessiva» l'enfasi data dai media agli arresti. (L.B.)

18 SETTEMBRE 2010
Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni