Cartech
Toyota sposa la tecnlogia Smartlink di Ford. Cresce l'alleanza anti-Google
Img Description

Ford e Toyota hanno annunciato la creazione del consorzio SmartDeviceLink (Sdl) “per gestire software open source per lo sviluppo di applicazioni software per cellulari destinate ad essere utilizzate su veicoli”. Al consorzio hanno aderito anche i costruttori Mazda, Psa Peugeot, Fuji (Subaru) e Suzuki; produttori di componenti elettronici come Panasonic, Pioneer e Harman hanno firmato lettere d'intenti per aderire. L'obiettivo del consorzio - spiega il comunicato - è di “dare ai consumatori più scelta su come connettersi all'auto e gestire in viaggio le applicazioni dei loro cellulari”.

La creazione del consorzio Sdl è in realtà il primo colpo in quella che potrebbe rivelarsi la madre di tutte le battaglie: quella per il controllo del software che gestirà i sistemi di infotainment e comunicazione delle auto del futuro. Di fronte alla minaccia di una colonizzazione da parte dei due giganti del software per dispositivi mobili - Google e Apple -, i gruppi automobilistici scelgono la strada di un sistema aperto (open source).

Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni