Luxury
A Cortina torna l’hotel Cristallo, motore di mondanità
di Sara Magro
Img Description

All'inizio del 2000, chiesi a una giovane collega di Cortina chi c'era quell'estate sui monti. La risposta, entusiasta, fu un elenco di calciatori e veline. Che sconcerto! Una delle località dove tradizionalmente si coltivava l'intelletto, tra passeggiate rinfrescanti, sciate da campionato e incontri con l'élite culturale del Paese, era diventata una meta da Bagaglino.

A un certo punto Cortina è cambiata, e da vecchi habitué era difficile riconoscersi. Musicisti, scrittori, editori, alte cariche della politica e manager non hanno mai smesso di frequentarla, ma lo facevano con meno clamore dei parvenu che affollavano scene e riviste di gossip. D'altra parte era un trend italiano, con un ministro dell'Economia che insisteva sul fatto che con la cultura non si mangia.

Dopo una decade di vanità, fa piacere affacciarsi dalla suite tutto legno e tessuti tirolesi dell'hotel Cristallo e vedere sulla terrazza Alessandro Piperno che lavora al computer, beve il caffè e ogni tanto alza lo sguardo sulle Tofane, incantevole dirimpettaia dolomitica dell'hotel.

Lo scrittore era lì per «Una Montagna di Libri» , la rassegna letteraria che si svolge dal 2009 due volte all'anno, in estate e inverno. Non solo gli intellettuali sono tornati, ma, sorpresa, le platee si riempiono sempre per ascoltarli: Gay Talese, fondatore del New Journalism con Tom Wolfe, Antonio Monda, scrittore, docente all'Università di New York e fondatore del festival letterario le Conversazioni e tanti altri produttori di pensiero si alternano sui palchi di cinema, piazze e alberghi, compreso il Cristallo, il cinque stelle storico recentemente ristrutturato, partner di molti appuntamenti culturali e sportivi.

L'atmosfera di questo monumento Art Nouveau si sente appena entrati: dal 1901, anno di apertura, qui sono passati tutti, sono accaduti incontri importanti e fatti salienti, locali e nazionali. A parte la parentesi come ospedale militare durante la Grande Guerra, il Cristallo e Cortina sono sempre stati alleati nell'inventare un turismo di alto livello, elegante e all'avanguardia. Negli anni Trenta furono aggiunti i campi da tennis che in inverno diventavano piste di pattinaggio, poi fu la volta della piscina coperta, cosa allora rarissima.

Negli anni Cinquanta, Leo Menardi, erede dei fondatori dell'hotel, ebbe due idee che portarono Cortina al successo internazionale: la Coppa d'Oro delle Dolomiti, gara automobilistica di velocità che si disputa tutt'ora, e i primi Giochi Olimpici di montagna (1956). Negli anni Sessanta, il Cristallo diventò anche il cuore della vita notturna con l'apertura della discoteca Monckey, il viavai di celebrità e attori, da Klaus Kinski a Brigitte Bardot, e set di diversi film, per esempio “La Pantera Rosa” del 1963 e Vacanze di Natale di Vanzina nel 1983.

In generale, il Cristallo è stato uno dei motori di accelerazione della frizzante mondanità ampezzana fino agli euforici anni Settanta e Ottanta. Negli anni Novanta la festa finì, e il Cristallo chiuse i battenti per qualche anno, presente solo con la sua mole Belle Epoque e tanti bei ricordi.

Nel 2000 lo compra Paolo Gualandi, l'imprenditore bolognese di Coswell con marchi come l'Angelica, Transvital e i dentifrici Blanx. E solo dopo il 2010 comincia una nuova stagione. Nelle camere lo stile resta alpino, con tessuti rinnovati, trompe l'oeil restaurati, wifi ultrarapido. Oggi però, un hotel di lusso ha anche un ruolo diverso: è una centralina operativa di esperienze.

A colazione, passa tra i tavoli la coach della salute, e, su richiesta, si ferma per dare qualche consiglio, secondo i principi stabiliti dalla Fondazione Istituto Scienze della Salute che prevedono dieta mediterranea, esercizio fisico, buon sonno, trattamenti di benessere. L'obiettivo non è diventare la voce minacciosa della coscienza: è lì solo per dare spunti di vita sana. Chiunque voglia abbuffarsi di dolci e cioccolato, disponibili in grande varietà sul buffet, conosce le conseguenze senza bisogno di consulenze.

Dopo cena, al bar c'è musica. Bravissima la cantante brasiliana di Bossa Nova, e così il chitarrista. Li ha reclutati il direttore Franco Lentini, che dopo aver avviato, non senza fatica, il primo cinque stelle di Tirana, in Albania, si è trovato a gestire un monumento del turismo italiano in piena trasformazione.

Seduti in salotto, sulle note di Samba da bencao di Vinicius de Moraes davanti a un gin tonic come si deve, si organizza il giorno dopo. Si va in jeep fino alla partenza dei sentieri, innumerevoli nel Parco delle Dolomiti d'Ampezzo. Passeggiata tranquilla tra laghetti, pascoli e una corona di montagne che fanno venire i brividi per quanto sono imponenti, casunzei ripieni di ogni ben di Dio alpino in malga, e rientro nel pomeriggio in tempo per le conferenze formato “Ted” (ovvero mai troppo lunghe e noiose) di Talenti: cinque imprenditori italiani visionari raccontano le loro storie di successo (date e nomi da definire).

Di nuovo il Cristallo è in prima linea, alla regia con vari partner della stagione culturale che vive Cortina, in attesta dei Mondiali di sci alpino che tornano nel 2021 . Stavolta saranno all'insegna dell'avanguardia tecnologica e della sostenibilità.

Sarà questo il tema della tavola rotonda di donne sulle buone pratiche dello sviluppo turistico e sportivo partendo dalla Carta di Cortina, un documento sottoscritto dal Ministero dell'Ambiente per Giochi invernali, che si impegna a limitare le emissioni di gas serra e i costi energetici.

Di nuovo cornice dell'incontro, il 22 agosto alle 18, è lo storico Cristallo. È importante soffermarsi sulle iniziative pubbliche dell'hotel, perché pur facendo parte della Luxury Collection, insieme altri intramontabili come Gritti e Danieli, il cinque stelle non vuol essere una torre d'avorio che intimorisce. Al contrario, partecipa alla vita e alla ripresa culturale di una delle più storiche località del turismo italiano e invita tutti a varcare la soglia, che porterà pure a un'atmosfera d'antan, ma è un luogo dove l'attualità si elabora e si pratica.

Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni