Imprenditoria
I diplomati MBA rinunciano a diventare imprenditori
di Jonathan Moules e Laurent Ortmans
Img Description

L’attività imprenditoriale tra le persone destinate a eccelse carriere che escono dalle migliori scuole di business del pianeta è scesa ai minimi storici degli ultimi otto anni, lasciando intuire un picco di interesse verso le start-up tra i diplomati Mba. Alcuni dei fondatori di più alto profilo al mondo degli ultimi anni hanno affinato le loro idee in corsi Mba, come William Shu del servizio online Deliveroo di consegna a domicilio di piatti pronti con sede a Londra, e Frédéric Mazzella del servizio francese di passaggi automobilistici BlaBlaCar. Fino a quest’anno, aveva fondato un’azienda nei primi tre anni dal diploma circa un quinto degli ex studenti in Mba sottoposti a sondaggio per la classifica globale del FT sulle scuole di business.

Nel 2015 la percentuale del campione di studenti intervistati dal FT che hanno fondato aziende era salita al 22 per cento, mentre quest’anno è scesa al 16 per cento. Una possibile spiegazione per il calo di attività nelle start-up da parte di diplomati Mba è il notevole aumento degli stipendi offerti ai diplomati dalle grandi società affermate che sono alla ricerca di persone di talento particolari nelle scuole di business. Anche questo, a sua volta, ha fatto seguito a una ripresa nei mercati del lavoro negli Stati Uniti e in Europa.

L’aumento medio di stipendio accertato sul campione di 100 scuole dal FT si è accelerato negli ultimi anni. Dal 2015 al 2018 la retribuzione media è salita di poco meno del 10 per cento, arrivando a 146mila dollari, di gran lunga meglio dell’aumento di stipendio del 4 per cento ottenuto tra il 2008 e il 2014, nella scia della crisi finanziaria.

Jeff Lynn, cofondatore di Seedrs, una piattaforma di crowfunding equity, mentre completava il corso annuale presso la Said Business School a Oxford ha detto che l’aumento di stipendio per i diplomati Mba avrebbe reso più difficile per chi sta studiando giustificare lo stress inevitabilmente collegato alla creazione di un’azienda. «Il fattore costo-opportunità è notevole - ha detto -. È molto più facile fare il grande passo se i tuoi compagni di corso incontrano difficoltà a ottenere posti di lavoro molto ben retribuiti».

Le grandi aziende, oltre tutto, si sono rese più appetibili nei confronti di coloro che hanno una passione imprenditoriale, offrendo loro posizioni che consentono di lavorare alle loro nuove idee di business. «Le organizzazioni di tutto il mondo stanno migliorando sensibilmente nel cercare di sfornare una cultura innovativa per le start-up» ha detto Mark Potter, rettore associato della Babson College’s Olin Graduate School of Business. «E questa è un’alternativa molto allettante per i nostri studenti». L’ultima classifica globale degli MBA è la ventesima edizione del sondaggio. La Stanford GSB, alla quale sono subentrate prima l'Harvard Business School e poi l'Insead, è ritornata in vetta per la prima volta dopo sei anni.

Copyright The Financial Times Limited 2018
(Traduzione di Anna Bissanti )

Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni