In primo piano
Vivendi non è obbligata a vendere né Telecom né Mediaset
di Antonella Olivieri
Img Description

Vivendi non deve vendere né Telecom Italia né Mediaset per rispettare la delibera dell'Agcom che ha concesso 60 giorni di tempo ai francesi per presentare una soluzione e 12 mesi per attuarla. Martedì l'Authority delle comunicazioni ha accertato che la contemporanea presenza di Vivendi nel capitale di Telecom (23,94%) e di Mediaset (28,8% del capitale e 29,9% dei diritti di voto) supera i limiti previsti dal Tusmar (che ha recepito la legge Gasparri) imponendo di sciogliere l'incrocio, senza però specificare come.

A quanto risulta a Il Sole 24 Ore, per mettersi in regola è sufficiente sterilizzare i diritti di voto per non superare il 10% in una delle due società. Nel frattempo però Vivendi non può esercitare tutti i suoi diritti di voto in entrambe le società.

A questo punto è certo che sarà sterilizzata la quota in Mediaset eccedente il 10%. Questo perché all'assemblea Telecom del 4 maggio, che dovrà rinnovare il board, il gruppo presieduto da Vincent Bolloré punta ad aggiudicarsi i due terzi dei posti in consiglio, e per affermarsi come maggioranza ha bisogno dell'intera quota. Mediaset, di suo, terrà l'assemblea di bilancio il 28 giugno e non è escluso che inserisca qualche misura straordinaria tra i punti all'ordine del giorno per rafforzare le difese approfittando del parziale congelamento della quota dello scalatore, rimasto a metà dell'opera. La delibera dell'Agcom incide anche per altri versi sulla partita in corso. Infatti qualsiasi accordo di pace che fosse stipulato tra Vivendi e Mediaset e qualsiasi ipotesi di collaborazione tra Telecom e Mediaset dovrebbe essere sottoposta all'Autorita' che dovrebbe verificarne la compatibilità con la decisione del 18 aprile.

21 APRILE 2017
Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni