Cinema
«Revenge», intensa storia di una vendetta al femminile
di Andrea Chimento
Img Description

Un duro film d'azione al femminile è il protagonista del weekend in sala: «Revenge» della francese Coralie Fargeat con l'italiana Matilda Lutz è uno dei progetti più interessanti tra le novità della settimana.
L'attrice, nata a Milano nel 1992, interpreta Jen, una ragazza che riceve un invito dal suo amante per trascorrere alcuni giorni insieme durante la tradizionale battuta di caccia che l'uomo organizza con due amici. Isolata nel deserto, la ragazza diventa presto preda del desiderio degli uomini e quello che doveva essere un weekend di passione si trasforma in un incubo a occhi aperti.

Curiosa opera prima di produzione americana, «Revenge» è un action a tinte forti, poco intrigante dal punto di vista narrativo, ma capace di sorprendere per quanto riguarda la messinscena, frizzante e ritmata al punto giusto.
L'autrice esordiente non si prende troppo sul serio e fortunatamente punta anche su una buona dose di ironia che risulta efficace e incisiva al punto giusto.
Se non si bada troppo alla verosimiglianza della vicenda, si può vivere una vera e propria esperienza audiovisiva, capace di coinvolgere fino alla fine e di rinnovare i codici del “cinema di vendetta” contemporaneo.
Perfettamente in parte Matilda Lutz, del tutto a suo agio nei panni di un personaggio non facile: l'avevamo già vista in «L'estate addosso» di Gabriele Muccino e in «The Ring 3», ma è in questo film che dimostra di avere la stoffa per poter essere protagonista sul grande schermo.

Toni molto più leggeri e scanzonati sono quelli di «Mamma Mia! Ci risiamo», seguito del fortunato film del 2008.
Non è però solo un sequel questo nuovo lungometraggio, ma anche un prequel poiché viene indagato il passato di Donna, interpretata da Meryl Streep nel presente e da Lily James nel passato.
Come nel cult di dieci anni fa la colonna sonora degli ABBA è assoluta co-protagonista della pellicola, diretta da Ol Parker che ha sostituito Phyllida Lloyd, regista del precedente.

Tutti gli ingredienti del film del 2008, compresi pregi e difetti, sono confermati in questo nuovo e scatenato progetto, adatto per passare qualche ora rilassante e dotato di un cast di prim'ordine.
Se il divertimento non manca, ci sono però anche diversi momenti ridondanti e svolte narrative banali in questa operazione che piacerà soprattutto ai fan del gruppo musicale svedese. Per chi è in cerca di una visione impegnata e capace di far riflettere meglio guardare altrove; per chi ha voglia di passare un paio d'ore spensierate di fronte a un prodotto capace di intrattenere è la scelta giusta da fare nel weekend.

7 SETTEMBRE 2018
Hai raggiunto il limite di 10 articoli gratuiti disponibili questo mese.
Abbonati a Il Sole 24 Ore Mobile per avere accedere illimitatamente a tutti i contenuti del sito mobile
Inserisci il tuo numero di cellulare per attivare l'offerta o, se sei già abbonato, per continuare a leggere.
Altre informazioni